1996 – 1997 Corrado Mazzocco

Servire al meglio per migliorare migliorandosi, con lo spirito e la passione di un rotaryano. Servire, indicando la via possibile per raggiungere risultati pratici e visibili, utilizzando le armi dell’amicizia, della comprensione, della competenza e sempre con la dovuta attenzione alle suscettibilità degli altri. Servire i giovani, dando strumenti per la formazione, fornendo loro occasioni d’incontro, aiutandoli ad esprimersi secondo le proprie attitudini e vocazioni, rendendo possibili i loro sogni impossibili, ma sublimi. Servire gli anziani, sostenendoli nei  momenti di svago, aiutandoli nella soluzione dei costanti intralci posti dalla società alla loro esistenza, supportandoli nella bramosia d’essere utili. Servire l’ambiente, fatto di natura e cultura, conservarlo per l’uomo futuro a memoria di noi stessi e dei nostri padri, per vivere l’incanto del mare e di una romanza, la maestosità delle montagne e dei monumenti, il mistero di una selva e di una donna. Nell’anno rotaryano 1996-1997, decennale del Club Latina Circeo, il tentativo è stato fatto con la partecipazione di: Balletts di Montecarlo, Alfonso – Alessandrini, Raffaele Marchetti, IX – Stormo Baracca, Sergio Giannotti, Domenico Natoli -Achille Campagna, Fernando Petrone, Giorgio – Ippoliti, Dott.ssa Cancellieri, Maurizio D’Erme, Eligio – Tombolillo, Rita De Nigris, Giancarlo De Simone, Vito – Ranieri, Facoltà d’Ingegneria La Sapienza di Roma – Dott. ssa Procaccini, Aimone Finestra, Carla Angela – Giuseppina De Simone- Hanno collaborato il Consiglio, il Rotaract e l’Interact.

L’importante è partecipare.

Corrado Mazzocco 1996-1997

/*
*/