Cosa è il Rotary

 

Un giorno dell’autunno 1900, Paul P. Harris incontra l’avvocato Bob Frank a cena in un ricco quartiere nella zona nord di Chicago. Dopo cena i due andarono a spasso e visitarono vari negozi della zona. Harris rimase colpito dalla facilità con cui Frank riusciva a conversare coi negozianti. Dal suo arrivo a Chicago per avviare l’attività presso il suo studio legale, Harris non era riuscito a trovare l’affiatamento di cui Frank godeva con i colleghi nello stesso campo professionale. Harris si chiese se era possibile incanalare ed allargare questo tipo di affiatamento, che gli ricordava quello della città del New England dove era cresciuto.

Mi venne l’idea che forse le mie sensazioni erano comuni a centinaia o migliaia di persone che erano arrivate come me in questa grande città…..Ero sicuro che c’erano tanti altri giovani che provenivano come me dalla provincia, dalla campagna per farsi strada a Chicago … Perché non provare a farli riunire? Se anche gli altri cercavano un affiatamento di questo tipo, forse saremmo riusciti a creare qualcosa.

Paul P. Harris, My Road to Rotary

 

Intro

Harris convinse altri uomini d’affari del posto ad incontrarsi e discutere la formazione di un club di professionisti della comunità con il fine di socializzare. La sua visione creò le basi per il Rotary di oggi.

Il Rotary è un associazione mondiale di imprenditori e professionisti, di entrambi i sessi, che prestano servizio umanitario, che incoraggiano il rispetto di elevati principi etici nell’esercizio di ogni professione e che si impegnano a costruire un mondo di amicizia e di pace.

Il Rotary ha una sua storia, statuti e regolamenti.

Si impegna in molte attività; ha strutture, Presidenze, distretti. Il tutto è molto articolato e persino complesso, ma al di là di questo che pur gli dà sostanza e forza, il Rotary è soprattutto amicizia e servizio.

La base della organizzazione del Rotary è costituita dai Club i cui soci sono dei professionisti che credono nei valori umani più autentici ma che, soprattutto, vogliono mettere a disposizione della società la loro competenza con azioni di servizio e di generosità attiva.

La convivenza nei club, favorita da incontri settimanali e dagli impegni che assieme i soci assumono e realizzano, alimenta la reciproca conoscenza in un clima di benevolenza; si generano così, sempre, un gradevole cameratismo e relazioni improntate a vera amicizia.

Il servizio e l’amicizia, o almeno il loro riferimento ideale, sono i pilastri e la stessa ragione d’essere del Rotary. Sono valori che si sostengono e si alimentano a vicenda, perché il servizio rappresenta la concretezza con cui si può esprimere la responsabilità sociale e l’amicizia si costruisce con la volontà di convivenza buona e generosa.

Lo scopo del Rotary

I testi ufficiali del Rotary riportano il riferimento fondamentale dell’associazione.

E’ la “norma di base”, il principio di riferimento che tutti i rotariani nel mondo conoscono e condividono.

Scopo del Rotary è incoraggiare e sviluppare l’ideale del “servire” inteso come motore e propulsore di ogni attività. In particolare esso si propone di:

 

  • Promuovere e sviluppare relazioni amichevoli tra i propri soci, per renderli meglio atti a servire l’interesse generale.
  • Formare ai principi della più alta rettitudine la pratica degli affari e delle professioni; riconoscere la dignità di ogni occupazione utile a far sì che essa venga esercitata nella maniera più degna quale mezzo per servire la società.
  • Orientare l’attività privata, professionale e pubblica dei singoli al concetto del servizio.
  • Propagare la comprensione, la buona volontà e la pace fra nazione e nazione mediante il diffondersi nel mondo di relazioni amichevoli fra gli esponenti delle varie attività economiche e professionali, uniti nel comune proposito e nella volontà di “servire”.
/*
*/